DRM sponsor del festival “I primi 1000 giorni” per costruire il futuro di un bambino


Nasce a Vicenza una manifestazione che accende i riflettori su un evento molto importante: i primi 1000 giorni di vita del bambino, dal concepimento ai due anni di età, un periodo molto speciale, capace di determinare in modo permanente la salute dell’adulto che diventerà.

Il festival si terrà dal 3 al 24 marzo ed è stato presentato oggi, alla presenza di Isabella Sala, assessore alla Comunità e alle famiglie del Comune di Vicenza, di Annamaria Cordova, assessore alla Partecipazione del Comune di Vicenza, di Vittorio Bertani presidente della cooperativa sociale Alinsieme e di Alessandra Cecconello, responsabile per i servizi socio sanitari della cooperativa sociale Alinsieme e responsabile scientifico dell’iniziativa “I primi mille giorni”. I dettagli verranno aggiornati sul sito www.iprimimillegiornidivita.it e dalla relativa pagina Facebook. «Il sostegno dell’Amministrazione va ad iniziative, come questa, che hanno un senso profondo e vogliono andare lontano – ha affermato Isabella Sala.

Si tratta di un progetto di comunità particolarmente prezioso per un contesto, come quello attuale, di grande complessità e di difficoltà di natura diversa che le famiglie si trovano ad affrontare. Credo molto al detto “per crescere un bambino ci vuole un villaggio”, è la comunità che offre gli strumenti per una crescita degli individui e della società in modo armonico. Una società che invecchia non deve dimenticare i minori, e in questo periodo vediamo un ritrovato fermento di iniziative in questo senso. Le istituzioni sono presenti nel supportare e facilitare la nascita di queste reti.»

«La cooperativa sociale Alinsime da anni lavora in modo silenzioso e costante, e con grande passione, tessendo relazioni sul territorio – ha sottolineato Annamaria Cordova. Il sostegno necessario a crescere un bambino, oggi in particolare, viene dal tessuto sociale, e la collaborazione tra le molte associazioni coinvolte in questo progetto è fondamentale, e rappresenta una grande ricchezza.» «Con questa manifestazione – ha puntualizzato Alessandra Cecconello – vogliamo lavorare sul contesto. Protagonista è sempre il bambino, noi parleremo agli adulti che lo fanno crescere. Lavorare sull’ambiente del bambino (dalla salute fisica alla sua vita emotiva) dà sicuramente frutti; è fondamentale intervenire molto presto, quando la risposta all’ambiente è molto reattiva: i primi 1000 giorni sono obiettivo di salute di OMS e saranno oggetto di linee guida 2018 del Ministero della Salute. Dovremo recuperare la consapevolezza e la fiducia nei ruoli del genitore, della scuola e della comunità.»

L’iniziativa muove dalla Cooperativa sociale Alinsieme, che nel 2018 festeggia i primi dieci anni di attività e che ha voluto creare qualcosa da condividere con l’intera città. La manifestazione è promossa in collaborazione con gli assessorati alla Comunità e alle famiglie, e alla Partecipazione del Comune di Vicenza, e con la Casa Materna di Longara, l’Associazione Kairos Donna, l’Associazione Migrantes di Vicenza, l’Associazione Inartesalus e l’Associazione Musicantropia. Nasce sotto il patrocinio dell’ULSS 8 Berica, di Fondazione Zoe’, dell’Associazione culturale pediatri, della Federazione Italiana Medici Pediatri del Veneto – sezione di Vicenza, dell’Ordine degli Psicologi del Veneto e del Centro Servizi Volontariato di Vicenza, e si realizza grazie al contributo di DRM Cliniche dentali, dello Studio dentistico Tecchio Palumbo, dello Studio stomatognatico dott. Alberti, di Piscine di Vicenza e di Città del Sole.

Grazie all’aggregazione di questi partner è risultato un calendario fitto di incontri e iniziative rivolti a genitori e futuri genitori, ai professionisti che si occupano a diverso titolo di infanzia, e a tutti gli adulti che desiderano creare attorno ai neogenitori e ai bambini un ambiente salutare, sereno e positivo, capace da una parte di accogliere e sostenere nei momenti critici, dall’altra di stimolare le potenzialità di cambiamento e apprendimento, dando così un fattivo contributo nell’accompagnare le nuove generazioni. “I primi 1000 giorni” si propone come campagna di informazione sulle ultime scoperte scientifiche dedicate allo sviluppo del bambino. Alla luce di queste conoscenze, gli adulti potranno compiere le scelte migliori per potenziare i fattori a favore della salute ed evitare l’esposizione dei piccoli ai fattori di rischio per le malattie. Nelle tre settimane del festival, assieme a medici, psicologi, professionisti sanitari ed esperti si potranno conoscere le azioni concrete per tutelare la salute e il benessere dell’individuo in formazione. Si farà luce sulle ultime scoperte scientifiche relative ai meccanismi di plasticità del feto, sui rapporti tra neonato e ambiente, sull’importanza del gioco e del movimento e sugli agenti che influiscono sulla crescita equilibrata del bambino. Si parlerà di svezzamento e alimentazione corretta, del benessere psicologico della mamma, dei ruoli familiari. Ci saranno anche occasioni per i genitori di fare esperienze concrete partecipando a laboratori e a momenti di confronto e per sperimentare nuovi modi di relazionarsi con i loro figli.