Immagine Fumo e Denti

Fumo e denti

Il fumo danneggia la salute dei tuoi denti

La maggior parte delle persone conosce i gravi danni che il fumo provoca all’apparato respiratorio, a quello cardio-vascolare e a quello riproduttivo. Ma non tutti i fumatori sono consapevoli delle conseguenze sulla salute di denti, bocca e gengive.

Il fumo di tabacco è uno dei più acerrimi nemici della salute dei denti, oltre che di quella dell’intero organismo.

20 sigarette al giorno riducono di circa 4,6 anni la vita media di un giovane che inizia a fumare a 25 anni

Per quanto riguarda la salute dei denti le statistiche non sono certo migliori: nei fumatori il rischio di parodontite grave è tre volte maggiore rispetto ai non fumatori.

I motivi per cui il fumo di tabacco fa così male ai denti sono diversi, ma in buona parte riconducibili all’effetto vasocostrittore della nicotina, che riduce le quantità di sangue e ossigeno a disposizione del parodonto. Meno ossigeno significa ridotte capacità rigenerative (con minor sintesi di fibronectina e collagene) ed immunitarie. Da considerare, poi, anche l’esposizione delle mucose orali ai numerosi agenti irritanti, alle tossine e ai prodotti cancerogeni sviluppati dalla combustione delle foglie di tabacco; basti pensare tra i pazienti affetti da carcinoma orale almeno l’80% fuma.

Tra i fumatori si osservano maggiori quantità di tartaro rispetto ai non fumatori, una maggiore tendenza alla recessione gengivale, maggiori discromie dentali (macchie dei denti) e un aumento delle superfici dentali cariate o otturate (anche se non è ancora chiaro se la carie sia conseguenza diretta del fumo o di una minor predisposizione dei fumatori all’igiene orale domestica e professionale).

Denti gialli e smalto rovinato?
Ovviamente il tabacco non è l’unica causa di questa condizione: anche il caffè macchia i denti, ma tra le cause principali di questo problema la sigaretta guadagna un posto d’onore.

Gengiviti e parodontite
Le sostanze contenute nelle sigarette e il fumo, rendono il cavo orale un ambiente particolarmente adatto alla proliferazione di batteri anaerobi, in quanto diminuisce l’ossigeno presente nelle gengive. Questo tipo di batteri è molto aggressivo e se il tartaro non viene eliminato con una pulizia professionale c’è il serio rischio che si accumuli al di sotto della gengiva attaccando e danneggiando i tessuti parodontali.
Chi fuma ha una percentuale 3 volte più alta di perdere i denti a cause della parodontite.

Fumo e tumore della bocca
Il fumo è una delle principali cause dell’insorgenza del tumore nel cavo orale.
La possibilità di sviluppare un tumore cresce all’aumentare del numero di sigarette fumate al giorno, di conseguenza smettere di fumare riduce di molto questo rischio.

Rischi del fumo su impianto dentale

Diversi studi hanno dimostrato gli effetti negativi del fumo sulla salute orale.

Il fumo può ridurre il successo implantare poichè la nicotina assunta cronicamente per diverso tempo orienta verso una struttura ossea più rarefatta e interagisce negativamente sul sistema immunitario dell’organismo.

Il fumo impedisce alle difese immunitarie locali di produrre i relativi anticorpi contro i batteri nocivi, e perciò nei fumatori la probabilità di subire un riassorbimento osseo intorno ai denti propri o agli impianti è maggiore rispetto ai non fumatori.

Come liberarsi dal fumo?

I meccanismi messi in atto da chi vuole smettere di fumare sono diversi. Molti puntano tutto sulla forza di volontà, altri si affidano a sedute di ipnosi o di agopuntura, altri ancora si muniscono di sostituti della nicotina come cerotti o gomme da masticare.