Sintomi-della-piorrea

Sintomi della piorrea

Sintomi della piorrea

Parodontite e piorrea sono tra le malattie più diffuse e temute del cavo orale. Entrambe infatti portano alla definitiva perdita dei denti. Ma quali sono i sintomi della piorrea? Si possono curare o non c’è rimedio? Li abbiamo raccolti qui per aiutarvi a comprendere a quali sintomi prestare attenzione e non sottovalutare.

Cos’è la piorrea?

E’ la malattia che riguarda il parodonto, ossia tutti quei tessuti destinati a sostenere i denti e quindi gengive e osso mandibolare. Quando la piorrea è in atto, gengive e osso sono attaccate dai batteri che provocano una infezione e tendono a ritirarsi lasciando quindi scoperte le radici dei denti e facendoli cadere.

Anche se i denti sono in perfetto stato insomma, in una bocca malata di piorrea, rischiano di cadere e di compromettere il sorriso.

 

I sintomi

I campanelli d’allarme di questa patologia sono per lo più “silenziosi” e non dolorosi quindi si tende a non prestarci attenzione o a sottovalutarli procrastinando nel tempo situazioni che invece se prese per tempo avrebbero potuto essere risolte.

Elenchiamo qui di seguito i sintomi più frequenti che potrebbero ricondurre alla presenza di una piorrea e ricordiamo comunque che per una diagnosi corretta è fondamentale rivolgersi allo specialista:

  • sanguinamento delle gengive
  • alitosi
  • abbassamento delle gengive
  • dolore alle gengive
  • mobilità dei denti

Se si avvertono uno o più di questi sintomi in forma cronica e ripetuta allora è meglio rivolgersi allo specialista che potrà valutare lo stato di gravità dell’infezione.

 

Le cause

Tra le cause dello sviluppo di questa patologia la prima da valutare è sicuramente la scarsa igiene orale che porta la placca ad accalcarsi attorno allo smalto dentale. La placca, successivamente, calcifica e si trasforma in tartaro che attiva un processo infiammatorio dando così avvio alla piorrea.

La cura di questa patologia si svolge prevalentemente attraverso una o più sedute di igiene orale professionale, seguite dalla rimozione sotto gengivale di placca e tartaro, cause negative determinanti lo sviluppo della malattia parodontale. Nelle forme meno gravi di piorrea questi trattamenti sono sufficienti a garantire la guarigione; negli stadi più avanzati invece, è necessario ricorrere a trattamenti chirurgici.